MENU

Diversi modelli di bici elettriche degli anni Trenta

17 Gennaio 2014 • Storia delle bici elettriche

Durante gli anni Trenta le bici elettriche cessarono definitivamente di essere solo lo strano progetto di qualche inventore rinchiuso nella sua cantina. Diverse importanti aziende europee infatti produssero propri modelli di bici elettriche complete. Purtroppo la tecnologia dell’epoca non dava ancora la possibilità di produrre i mezzi leggeri e con grande autonomia che abbiamo oggi, e le bici elettriche dell’epoca ricadevano entro il limbo fra le più leggere e pratiche bici tradizionali, e le più potenti e affidabili moto con motore a scoppio. Il modello di maggiore successo fra i seguenti, la Gazelle, fu venduto in solamente 117 esemplari.

Paradossalmente, ci sono più informazioni su modelli dei decenni precedenti (come ad esempio il tandem Humber, o la Wall Auto-Wheel), che su questi modelli degli anni Trenta, per i quali siamo riusciti a trovare solo poche foto e pochissimi dati.


1932: La bici elettrica Philips Simplex

Bici elettrica Philips Simplex

La Philips era già all’epoca un’azienda famosa, attiva soprattutto nel settore delle radio: nel 1932 ne aveva già vendute un milione, in tutto il mondo. In quell’anno i dirigenti dell’azienda decisero di tentare di espandersi in un altro settore: le bici elettriche. Organizzarono una partnership con la Simplex, azienda produttrice di bici tradizionali, per realizzare questo modello. L’unico dato preciso che abbiamo a disposizione riguarda la batteria, che era da 12 Volt.

Bici elettrica Philips Simplex

 

1933: La bici elettrica Juncker

La bici pesava 50 kg (senza la batteria). Per ricaricare la batteria era necessaria un’intera giornata. L’autonomia era di soli 40 chilometri, e la velocità di circa 18 km/h. Ne furono costruite solo un centinaio.

Bici elettrica Juncker 1933

1937: La bici elettrica Gazelle Philips

Nel 1937 la Philips ci riprovò, questa volta in partnership con la Gazelle, uno dei produttori di bici di maggiore successo in Olanda e in Europa all’epoca (e ancora oggi, la Gazelle è ancora attiva, e ha prodotto in totale più di 13 milioni di bici). Anche questa volta il tentivo si risolse in un fallimento, e di questa Gazelle elettrica vennero prodotti solamente 117 esemplari.

Bici Gazelle

Una bici Gazelle (non elettrica) dell’epoca

Ecco un interessante video (risalente in realtà a qualche anno prima) in cui le divertenti avventure a cartoni animati di Peter, in sella alla sua Gazelle, si alternano a riprese che mostrano i processi produttivi usati nella fabbrica delle Gazelle.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »