MENU

Toshiba: nel 2019 batterie dalla capacità doppia, cariche in 6 minuti

27 febbraio 2018 • Ultime notizie

La tecnologia relativa alle batterie negli ultimi decenni ha fatto grandi passi in avanti. Le moderne batterie al litio sono leggere, efficienti, e più che sufficienti per la stragrande maggioranza degli usi possibili di una bici elettrica.

Tuttavia, si può sempre fare di meglio. Periodicamente si leggono di nuove entusiasmanti innovazioni nel settore delle batterie; poi quando si vanno a leggere i dettagli, si scopre che si tratta troppo spesso di innovazioni realizzate in laboratorio, in condizioni particolari, e ancora molto lontane dalla commercializzazione.

Se invece – come in questo caso – la notizia viene da uno dei più grandi produttori di celle e batterie, come Toshiba, è bene ascoltare con attenzione. La casa giapponese ha annunciato infatti di essere riuscita a migliorare di molto la performance delle sue celle al litio, e di voler commercializzare queste nuove celle già nel 2019. Ma andiamo con ordine.

Dal 2008 Toshiba vende vari tipi di celle al litio con marchio SCIB. Quella su cui ha lavorato negli ultimi anni è la seconda generazione di questo prodotto.

La principale innovazione è stata l’utilizzo per l’anodo di un materiale a base di titanio, definito (in inglese) “titanium niobium oxide”. Questo ha permesso agli ingegneri giapponesi lo sviluppo di una cella con capacità doppia rispetto all’attuale generazione di celle al litio SCIB. Il nuovo materiale inoltre è molto meno soggetto a degrado in caso di riscaldamento (cioè durante la ricarica): è quindi possibile implementare un sistema più “spinto” di ricarica rapida.

Secondo Toshiba le nuove celle SCIB possono ricaricarsi di una percentuale significativa già in soli 6 minuti; Toshiba afferma che dopo 6 minuti un veicolo elettrico può già avere una autonomia di 320km, anche se – non fornendo dettagli precisi sul veicolo elettrico in questione – è difficile comprendere appieno la portata di questa cifra.

Le nuove celle inoltre saranno molto più resistenti anche nel lungo periodo: secondo i test a cui sono sottoposte, esse mantengono una capacità superiore al 90% di quella iniziale ancora dopo 5mila cicli di carica/scarica. Come paragone, le attuali batterie al litio conservano una capacità pari all’80% di quella iniziale dopo circa 400-500 cicli. Se anche, in condizioni reali, questi numeri dovessero dimezzarsi, saremmo comunque di fronte a una grande innovazione.

cella toshiba

Uno dei prototipi di cella che Toshiba sta testando

Come dicevamo, Toshiba afferma infine che celle di questo tipo potranno essere commercializzate già dal 2019.


Il settore delle batterie è di importanza strategica per tantissimi settori industriali, molti dei quali ben più rilevanti dell’ancora piccolo settore delle bici elettriche. I soldi in palio per chi proporrà per primo un prodotto di nuova generazione sono tanti. Forse queste innovazioni arriveranno sulle nostre ebike con qualche anno di ritardo. Ma arriveranno presto.

Nel frattempo godiamoci le già bellissime bici elettriche che la tecnologia attuale ci mette a disposizione.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »