MENU

Storia di una sella: eZone di Selle Royal

23 ottobre 2017 • Ultime notizie

sella ezone

Raramente pensiamo a quanto lavoro c’è dietro un componente di una bici. Ciò che ai nostri occhi sembra semplicemente un deragliatore, un telaio, una sella, è spesso il frutto di anni di ricerca, di studio e di lavoro.


Questo vale in particolare per i prodotti di gamma medio-alta, dalle performance elevate. È chiaro che la progettazione di una sella per una bici da supermercato non è un processo particolarmente complicato: si punta tutto sul ridurre al minimo i costi, e il gioco è fatto.

Ma se oggi possiamo contare su bici leggere, comode in città, performanti, è grazie alla ricerca e all’innovazione. Oggi vogliamo raccontarvi come si svolge questo processo di ricerca e di innovazione, grazie a Selle Royal che ci ha invitato a Monaco di Baviera per un evento di presentazione alla stampa della nuova sella per bici elettriche eZone.

bici davanti a Nymphenburg

La ricerca di mercato

Il primo passo prevede di partire dall’utente, e da quali sono le sue necessità. Per questo Selle Royal ha intervistato decine di utilizzatori di bici elettriche, per capire in che modo l’uso di una bici elettrica differisce dall’uso di una bicicletta “normale”. Gli utenti sono stati incontrati più volte in diversi momenti, per studiarne approfonditamente caratteristiche e problemi. Sono stati scelti per la ricerca sia utenti che usano da tempo una bici elettrica, sia persone che invece si approcciavano per la prima volta a questo mezzo.

sala conferenze

Ne è risultato un profilo di un utente entusiasta della bici elettrica, che usa più spesso e più a lungo rispetto a una bici normale; un utente che però a volte ha problemi derivanti dal peso di questi mezzi, che rende difficile manovrarli; e che a volte si sente poco in controllo del mezzo, soprattutto in fase di accelerazione con motori ad alta coppia.

Lo sviluppo del prodotto

Sella ezone

Riflettendo su queste necessità dell’utente finale, si è cominciato a sviluppare una sella specifica per bici elettriche che potesse aiutare a risolvere questi problemi. Questa fase è stata portata avanti da Selle Royal in collaborazione con BMW Designworks, lo studio di design della BMW. L’azienda tedesca produce e vende biciclette da 60 anni, e ha appena presentato la nuova versione della sua bici elettrica di alta gamma, per cui ha esperienza nel settore.

bici elettrica BMW

Negli uffici di BMW Designworks a Monaco di Baviera, che abbiamo potuto visitare insieme a colleghi della stampa internazionale, ci sono state spiegate le caratteristiche della sella eZone (che riassumeremo più sotto nell’articolo). È stato comunque molto interessante scoprire la varietà delle attività di questo studio di design, che realizza biciclette, bob per le gare sulla neve, carrozzine da corsa per atleti disabili, e molto altro ancora.

Comunicazione

olympia park monaco

Inutile realizzare qualcosa di diverso dagli altri se non si riesce a comunicarne le caratteristiche. Per questo è stato interessante anche ascoltare tutto il lavoro che c’è fra lo sviluppo del prodotto e la sua messa sul mercato. Un lavoro di creazione di un messaggio verbale e non verbale rivolto ai potenziali acquirenti, tramite vari canali: online, su carta, in negozio eccetera.

Caratteristiche della sella

Caratteristica principale della sella eZone è che è pensata per una posizione di guida “moderata”, secondo la classificazione usata da Selle Royal. Questo vuol dire che è pensata per ciclisti evoluti, non alle prime armi, che però non hanno un approccio sportivo alla bici. La eZone si abbina principalmente con bici elettriche da città o da trekking di gamma medio-alta, come la ebike BMW che abbiamo potuto provare a Monaco.

selle royal ezone

Salta subito agli occhi il cosiddetto “eFit Design“, cioè il fatto che la parte posteriore della sella è rialzata, caratteristica sviluppata per permettere al ciclista di controllare meglio l’accelerazione data dai motori ad alta coppia. Nella parte posteriore è integrata una sorta di maniglia in vetroresina pensata per muovere più facilmente bici elettriche pesanti. La sella è infine dotata di una struttura in gel tridimensionale per aumentare il comfort.

 

Che cosa vuol dire innovare?

dettaglio bici

Quando pensiamo all’innovazione, ci viene spesso in mente un genio solitario che inventa un prodotto rivoluzionario. Raramente però funziona così. Molto più spesso l’innovazione è un processo di gruppo, un progressivo affinamento, adattamento e perfezionamento di ciò che esiste già. Lo si vede bene in questa sella: esistono già selle di alta gamma che fanno ottimamente il loro lavoro, anche su una bici elettrica; la eZone tuttavia, in una bici elettrica da città o trekking di alta gamma, offre un qualcosa in più, risultato di un lungo lavoro di ricerca e innovazione.

tante bici

Realizzare un componente di alta gamma è un processo molto più lungo e complicato del semplice saldare, tagliare e cucire materie prime per ottenere un deragliatore, un manubrio o una sella. Per noi è stato molto interessante scoprire tutto questo, e speriamo anche per voi.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »