MENU

Minireport dal Bike Shop Test a Roma

8 Novembre 2016 • Ultime notizie

bike shop test

Nonostante il tempo decisamente inclemente sono stati numerosi gli appassionati di bici che nel weekend scorso hanno partecipato alla tappa romana del Bike Shop Test. Dopo Bolzano, Verona e Bologna anche nella capitale è stato possibile, per chi si era registrato in anticipo, testare gratuitamente i nuovi modelli di biciclette (di tutti i tipi, corsa, mtb, urban… anche in versione elettrica) portati dalle aziende partecipanti.

Noi ci siamo naturalmente concentrati sul testare alcuni modelli a pedalata assistita. Un test di pochi minuti non è paragonabile alle nostre recensioni approfondite, ma permette comunque di farsi una certa idea di una bici. I tre percorsi disponibili ai tester (urban, mtb, enduro) permettevano di provare le bici in condizioni simili a quelle in cui si usano.

Nel 2017 l’esperienza dei Bike Shop Test continuerà con 5 appuntamenti. Per tutte le informazioni tenete d’occhio il sito ufficiale.

Di seguito alcune foto e impressioni delle bici che abbiamo provato.

Mtb elettrica Centurion Numinis E 600.27

Mtb elettrica Centurion

Una mtb elettrica trail biammortizzata, con escursione di 120mm. Permette di apprezzare la maturità raggiunta ormai da questi mezzi, anche nella fascia media (il prezzo di listino è di 3699€): scorrevole, silenziosa, agile in curva; è stato divertente domarla lungo i sentieri fangosi del parco del Pineto.


bike-shop-test-roma-03 bike-shop-test-roma-04

Bottecchia BE18

Bottecchia BE18Il nuovo Bafang Max Drive è un concorrente agguerrito per i più famosi competitor, almeno in ambito urbano. Su questa Bottecchia si comporta ottimamente, essendo silenzioso e reattivo.

bike-shop-test-roma-07 bike-shop-test-roma-08

Ebike Urban Metropolitan

ebike urban

Come chi ci legge regolarmente sa bene, abbiamo un “debole” per le bici elettriche compatte per la città: anche questa Ebike è agile e leggera, e gli pneumatici Schwalbe assorbono bene le vibrazioni date dall’asfalto sconnesso. Peccato solo per la cattiva implementazione del cambio al mozzo Nuvinci: non si sfrutta la possibilità di renderlo automatico (c’è il manettino sulla destra) e soprattutto l’N330 risulta una coperta troppo corta per delle ruote da 20″: già a 23-24 km/h si pedala praticamente a vuoto. L’N380 avrebbe offerto un range di rapporti più ampio (o in alternativa si sarebbe potuto montare un pignone più piccolo dietro).

bike-shop-test-roma-14 bike-shop-test-roma-12

Klaxon Handy

bike-shop-test-roma-19

Leggerissima grazie al motore Zehus, un po’ scomoda come posizione in sella per chi è alto più di 1,75. Peccato che la piccola batteria all’interno del sistema Zehus non abbia retto alla giornata di test ed era già scarica quando l’abbiamo provata.

 

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »