MENU

Expobici 2014: bici elettriche da città o trekking

24 Settembre 2014 • Ultime notizie

All’Expobici 2014 quasi tutte le aziende avevano in esposizione bici elettriche. I punti più in vista degli stand erano spesso riservati alle mountain bike elettriche, di cui parleremo in un prossimo articolo. Diverse novità interessanti però erano presenti anche per quanto riguarda il settore delle bici elettriche da città o da trekking. Ecco cosa ha colpito maggiormente la nostra attenzione:

Finalmente si sono visti i primi modelli con il nuovo motore Shimano Steps. Due aziende italiane in particolare hanno presentato dei bei modelli con questo motore. Olympia ha in catalogo il modello Elektra 8v, in versione da uomo o da donna, con forcella ammortizzata e batteria posizionata sopra la ruota posteriore, in vendita a circa 2400 euro.

[smartslider2 slider=”14″]

Sulla stessa fascia di prezzo si colloca questa Bottecchia BE26.

[smartslider2 slider=”15″]

Anche l’austriaca KTM ha presentato un modello con motore Shimano. In questo caso si è preferito puntare su un cambio integrato nel mozzo. Ecco qualche foto della KTM Ventura 8 Di2

[smartslider2 slider=”16″]

Rimane invece fedele a Bosch la siciliana Lombardo, che ha presentato questa curiosa mini bici elettrica con ruote da 20″ e batteria sopra la ruota anteriore.

[smartslider2 slider=”17″]

Anche due case francesi hanno presentato modelli con motore Bosch: stiamo parlando di Moustache…

Moustache

 

…e Matra:

MatraUn altro trend in crescita nel settore delle bici elettriche è l’integrazione della batteria nel telaio. Hanno scelto una soluzione del genere diverse aziende. Ecco il modello proposto dalla Armony, la Siena (qui però la batteria non è facilmente estraibile, e la ricarica avviene a batteria dentro il telaio):

[smartslider2 slider=”13″]

Ecco un modello Benelli dal gusto vagamente vintage: qui la batteria è integrata parzialmente ma rimane comunque a vista.

Benelli


 

Punta agli amanti del vintage anche questo modello presentato da Brinke.

Brinke

Climb System è una neonata azienda italiana che per la prima volta presentava i suoi prodotti al pubblico. Puntano molto sulle mountainbike elettriche ma hanno anche un modello più tradizionale. In realtà nella foto la batteria non c’è: anche in questo caso è integrata nel tubo orizzontale del telaio, e sporge un po’ sopra e sotto quando è presente. L’altra particolarità di queste bici è la posizione del motore, montato sopra al movimento centrale, in posizione riparata.

Climb SystemMolto interessanti le bici elettriche Neox: si tratta di un’azienda italiana che ha brevettato un nuovo tipo di motore centrale che integra un sistema antifurto: in pratica se non si inserisce un codice sul computer di bordo i pedali girano a vuoto e la bici non funziona. Sono bici di fascia alta realizzate con cura.

NeoxFrisbee aveva in mostra una bici con batteria in posizione inusuale: sotto al tubo obliquo del telaio. La bici è interessante anche per la possibilità di impostare una specie di cruise control, impostando un consumo massimo per il motore, avendo quindi maggiore controllo sulla durata della batteria.

FrisbeeInfine, la Wayel ha presentato il proprio modello Futura, a trasmissione cardanica, con indicatori di direzione (le “frecce”) integrati nel manubrio.

Wayel Futura

Interessante anche il Solingo, il ciclomotore elettrico dell’azienda bolognese, con due motori sui due mozzi: uno più adatto ai bassi regimi di rotazione, per le fasi di partenza e di salita, e uno più adatto a mantenere velocità maggiori.

Wayel

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

One Response to Expobici 2014: bici elettriche da città o trekking

  1. Brinke Bike ha detto:

    Grazie per aver messo la nostra Golden Gate Gents tra le vostre scelte!

Rispondi a Brinke Bike Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »