MENU

Dalle auto alle bici: il trend continua

14 Marzo 2014 • Ultime notizie

I produttori di auto sembrano aver trovato un nuovo campo su cui farsi concorrenza: le bici, e in particolare le bici elettriche. Abbiamo già parlato della bici elettrica presentata dalla Fiat. Recentemente, anche Ford e BMW hanno presentato dei modelli interessanti.

Bici elettrica KIA

L’ultima arrivata è KIA, che ha svelato al recente salone dell’auto di Ginevra due bici elettriche a pedalata assistita, una da città e una e-mtb. Per KIA si tratta in un certo senso di un ritorno al passato: l’azienda sudcoreana è infatti nata nel 1944 come casa produttrice di biciclette, passando alle automobili solo nel 1974.

KIA sembra fare sul serio, e non limitarsi a trattare questi modelli di bici elettriche come espedienti di marketing. Indizi in questo senso sono la nascita di un brand autonomo (KEB, Kia Electric Bikes), ma soprattutto la messa a punto di un innovativo processo di costruzione, ideato nel centro di Ricerca & Sviluppo KIA a Namyang: il telaio infatti è un telaio monoscocca con tecniche di saldatura derivate da quelle usate nell’industria automobilistica.


I due modelli sono progettati per seguire le specifiche tecniche imposte dai regolamenti europei: il motore è da 250 Watt, e la velocità massima di 25 km/h; la batteria da 360 Wh. E’ in particolare il modello da città a incuriosire, con un telaio dalla forma particolare che non passa certo inosservata.

Bici elettrica KIA

Al di là dei singoli modelli presentati da KIA, questa notizia ci conferma che la bici, in particolare quella elettrica, è un oggetto alla moda e scelto anche dai suoi tradizionali “nemici”, le case automobilistiche, per farsi pubblicità. Anche questo potrà contribuire a rendere le bici, elettriche o meno, dei mezzi d’uso quotidiano nelle nostre città.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »