MENU

Bicing Electrico, al via il servizio di bike sharing elettrico a Barcellona

8 Gen 2015 • Ultime notizie

logo ebike sharing Barcellona

Spesso pensiamo che solo nel nord Europa ci sia una grande passione e un grande utilizzo della bicicletta: quando ci riferiamo ad Amsterdam, Berlino, Copenaghen pensiamo a questi posti come a dei “paradisi per il ciclista”, dove a malapena il 30% della popolazione usa l’automobile. Ignoriamo però che anche nella regione mediterranea ci sono queste splendide realtà eco-sostenibili. E’ il caso di Barcellona, in Spagna, dove, secondo alcune statistiche, solo il 20% degli abitanti utilizza l’automobile. Nel capoluogo catalano infatti più del 70% degli abitanti preferisci muoversi a piedi, con i mezzi pubblici o la bicicletta. Quest’ultima scelta nel corso degli ultimi anni sta raccogliendo il consenso di un numero sempre maggiore di persone grazie anche ai numerosi servizi di noleggio bici presenti nella città.
Oggi puntiamo la nostra attenzione in particolar modo su Bicing. Istituito nel 2007 è il servizio di bike-sharing più importante della città: disponibile solo per i residenti a Barcellona ha al suo attivo quasi 100’000 abbonati (che pagano un abbonamento annuale di soli 47.16€), 6000 biciclette e 420 stazioni dove gli utenti possono trovare le biciclette messe a disposizione dal servizio.
Da pochi giorni, grazie anche al forte interessamento del consiglio municipale e del sindaco che hanno messo a disposizione 5 milioni di euro per questo progetto, è stato istituito il servizio Bicing Electrico.


ebike sharing Barcellona
Inaugurato il 16 dicembre questo servizio offre, come il servizio standard, una tessera magnetica e un’app da scaricare sul telefonino che permette di trovare la stazione più vicina a noi per poter usufruire di uno dei mezzi “attivabili” tramite la scheda. Anche in questo caso il servizio è disponibile solo ai residenti in città.
ebikeLa bicicletta messa a disposizione da Bicing monta un motore posteriore (velocità max 20km/h), ha tre livelli di assistenza, freni a tamburo, un sistema automatico di illuminazione notturna e pneumatici da 24”; il cambio viene descritto come a 2 velocità (probabilmente un Sram automatico). L’alimentazione è fornita da una batteria al litio di fabbricazione locale con un’autonomia di 30-40 km e tempi di ricarica previsti di 2-3 ore.
Al momento il servizio è in fase di test e offre ai suoi 1500 abbonati un limitato numero di stazioni dove poter trovare le 150 bici elettriche messe a disposizione: solo 21, sparse nelle zone centrali dell’Eixample e della Ciutat Vella. Il prezzo di un abbonamento è annuale è di 14€ (per ulteriori info sui costi del servizio consigliamo di visionare questo link).
Xavier Trias, sindaco del capoluogo catalano, spera di riuscire a far partire il servizio a pieno regime per febbraio 2015 con l’aggiunta (entro il 2017) di ulteriori 150 bici e di altre 23 stazioni

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »