MENU

Shimano STEPS E8000: il motore per le mtb elettriche 2017

Shimano STEPS E8000: è questo il nome di una serie di nuovi componenti per mtb elettriche presentati oggi da Shimano. Un nuovo motore, una nuova batteria da 500Wh, un nuovo display e nuovi componenti meccanici, tutti pensati espressamente per essere usati sulle e-mtb. Disponibilità effettiva da ottobre 2016.

logo shimano steps E8000 e-mtb

Introduzione

mtb elettrica Shimano STEPS E-8000Era solo questione di tempo. Da un colosso come Shimano non potevamo non aspettarci una mossa del genere, dato il crescente successo delle mountain bike elettriche. Facciamo un breve riassunto: nel 2013 Shimano ha presentato il suo sistema per bici elettriche STEPS, basato su un motore centrale. Lo STEPS era pensato essenzialmente per le bici da città o da cicloturismo, e per questo abbiamo deciso di testarlo proprio su una bici da trekking. Si tratta sicuramente di un ottimo sistema (maggiori informazioni sullo Shimano STEPS a questo link), ma con una mancanza che col passare del tempo si faceva sentire in modo sempre più grave: non esisteva una versione dello STEPS adatta a essere usata sulle mtb elettriche, settore in enorme espansione.

Nel 2015, per correre ai ripari, Shimano ha rilasciato un aggiornamento firmware che andava fondamentalmente a modificare l’erogazione di potenza del motore, rendendola più “sportiva”; è arrivata anche una modifica dell’attacco batteria, più resistente, e la compatibilità con le trasmissioni a 11 pignoni, tipici delle mountain bike. Si trattava però di una “pezza”, che non colmava il gap con soluzioni come il Bosch CX o il motore Yamaha.

Le novità

mtb elettrica shimano steps

Le novità presentate oggi da Shimano riguardo al sistema STEPS sono parecchie, tanto che è cambiato il codice di identificazione dei componenti: dalla serie 6000 (che probabilmente resterà immutata per le bici elettriche da città e da trekking) si è passati alla serie Shimano STEPS 8000, per le mtb elettriche.

  • Prima di tutto c’è il nuovo motore E8000. Si tratta di un motore più leggero e piccolo rispetto al precedente motore STEPS, in grado di offrire una coppia di 70Nm. Anche il fattore Q è ridotto. Nella sua press release (da cui sono prese le foto che corredano questo articolo), Shimano insiste sul fatto che il motore permette ora di realizzare mtb elettriche con carro posteriore di lunghezza minore rispetto a prima.
    motore shimano steps e8000
  • La nuova batteria BT-E8010 (con il nuovo supporto BM-E8010) raggiunge ora la capacità di 500Wh (in precedenza il sistema STEPS offriva solo batterie da 418Wh), pareggiando la capacità offerta dal sistema Bosch. Le mtb elettriche vengono per propria natura usate su percorsi solitamente ripidi, per cui maggiore è la capacità, meglio è. In media (una media molto approssimativa in quanto sono tantissimi i fattori che influenzano il consumo di batteria) si consumano 100Wh ogni 400 metri di dislivello positivo. La batteria è impermeabile.
    batteria shimano steps e8000
  • Un nuovo, piccolo ciclocomputer montato sul manubrio (SC-E8000) permette di monitorare il sistema STEPS. Esso mostra la velocità in km/h, la marcia selezionata (10 nell’immagine), il livello di assistenza selezionato (Boost nell’esempio) e la carica della batteria rimasta. È possibile accedere a molte regolazioni via bluetooth, tramite la piattaforma software E-Tube di Shimano, da pc, tablet o smartphone (quindi anche mentre si è su sentiero). Si tratta di un computer molto piccolo: evidentemente Shimano ha ascoltato le lodi fatte al sistema Specialized Levo, che addirittura non ha alcuno schermo sul manubrio; in direzione completamente opposta si è mossa invece Bosch, con l’enorme schermo Nyon: staremo a vedere quale sarà la scelta dei consumatori.
    ciclocomputer shimano steps
  • Una nuova pulsantiera chiamata Firebolt (SW-E8000-L), piccola e ben raggiungibile con il pollice sinistro, permette di scegliere fra tre livelli di assistenza (come abbiamo scritto più volte, per le e-mtb continuiamo a preferire la possibilità di scegliere fra 4 livelli di assistenza, per gestire meglio la potenza del motore e il consumo di batteria). Per il momento non ci sono immagini.
  • Abbinate al motore sono dei nuovi bracci della guarnitura (FC-E8050/E8000) e delle nuove corone: è possibile scegliere fra 34 o 38 denti (SM-CRE80-B/CRE80), entrambe dotate del sistema Dynamic Chain Engagement di Shimano (un profilo dei denti della corona mutuato dalle trasmissioni monocorona che ormai la fanno da padrone nel mondo della mtb). È disponibile anche un sistema atto a mantenere la catena in posizione (SM-CDE80)
    motore shimano steps e8000
  • Il resto dei componenti meccanici da abbinare al Shimano STEPS E8000 per mtb elettriche può essere composto dalle serie XTR o XT, anche in versione Di2

Considerazioni

mtb elettrica Shimano STEPS E-8000

Da una parte, queste novità introdotte da Shimano possono essere descritte come “tardive”, tanto più se si pensa che saranno a disposizione effettivamente solo da ottobre 2016: la concorrenza è già forte e agguerrita (Bosch e Yamaha su tutti, ma anche Brose). Dall’altro lato però sono vere anche due cose: 1) il brand Shimano ha un’attrattiva innegabile nel mondo della bici, e può quindi facilitare il recupero della casa giapponese nel settore delle e-mtb; 2) il mondo delle bici elettriche, e in particolare delle mtb elettriche è in così grande espansione che sicuramente non è tardi per scendere in scampo.


Siamo naturalmente molto curiosi di testare lo Shimano STEPS E8000 per e-mtb, e soprattutto di vedere come verrà accolto dagli appassionati.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *