MENU

Fat bike elettrica Storm Sondors da 500$…o no?

17 Aprile 2015 • MTB elettriche

Chi segue il Portale Bici Elettriche sa che preferiamo approfondire bene un argomento prima di trattarlo. Per questo non avete ancora letto niente su questo sito riguardo alla fat bike elettrica Sondors, che ha fatto il giro del web (anche in Italia) grazie al suo cartellino del prezzo: 500$. A noi sembrava troppo bello per essere vero, e purtroppo è così. Ma andiamo con ordine.

fat bike elettrica Storm Sondors

Qualche tempo fa è iniziata su Indiegogo una campagna di crowdfunding relativa a una fat bike elettrica dall’appariscente colore giallo. La Storm Sondors, così chiamata dal nome di chi l’ha progettata, ha un telaio rigido con un ampio vano centrale nel quale è posizionata la batteria da 360Wh; un motore al mozzo posteriore da 350W; freni a disco idraulici; e delle tipiche ruote da fat bike, con copertoni da 4″; tutti questi componenti portano la bici a pesare, a detta di Sondors, 25 kg. Ma la cosa che più colpiva l’attenzione era sicuramente il prezzo: solamente 500$.

motore fat bike elettricaPer chi non lo sapesse, una campagna di crowdfunding su Indiegogo funziona in questo modo: un inventore mostra il prototipo di un prodotto che ha inventato, ma che non è in grado di immettere sul mercato in quanto gli mancano i fondi per una produzione di massa; i visitatori del sito, se trovano il prodotto interessante, possono finanziare l’inventore con piccole somme o anche preacquistando il prodotto; l’inventore userà i fondi raccolti per produrre effettivamente in grandi quantità il suo prodotto, e spedirlo quindi a chi l’aveva preacquistato. Si tratta di un’ottima idea che ha permesso a tante persone di realizzare prodotti innovativi; generalmente le campagne Indiegogo si concludono con la soddisfazione di tutti, ma ci sono stati anche casi in cui i finanziatori si sono ritrovati con un prodotto con caratteristiche qualitative molto minori di quelle promesse.

Questo progetto in particolare è uno di quelli che hanno avuto maggior successo su Indiegogo, e la somma raccolta ha ormai superato la stupefacente cifra di 5 milioni di dollari; il tutto grazie anche ai vari siti di notizie che hanno rilanciato il progetto ponendo l’accento sul prezzo ridottissimo, cosa che ha attirato un gran numero di persone.

fat bike elettrica, ruoteSembrava quindi che Sondors fosse riuscito a trovare una qualche soluzione ingegneristica particolare che gli permettesse di offrire una fat bike elettrica a un prezzo incredibilmente basso rispetto a quello di altri grossi attori presenti sul mercato. Se già vendere una bici elettrica “normale” al prezzo di 500$ è difficile, offrire una fat bike elettrica a questa cifra è ancora più complicato, data la particolarità dei componenti meccanici, dal costo sicuramente più elevato rispetto ad altri componenti standard. E’ probabile che al prezzo di 500$ Sondors vada in perdita per ogni bici venduta.

E’ necessario a questo punto fare una serie di considerazioni. Innanzitutto, al prezzo della bici bisogna aggiungere il costo di spedizione, che risulta essere molto alto: ben 195$. Si tratta di un prezzo pari a più del doppio di quanto costa tipicamente spedire una bici. Ecco che già solo così il prezzo sale di quasi il 40%, e si arriva già a 695$.

Inoltre, sembra che molte delle promesse fatte da Sondors relativamente alla performance della bici siano esagerate. A partire dall’autonomia, dichiarata da Sondors pari a 80 chilometri. Ricordiamo che questa fat bike elettrica monta una batteria da 360Wh, con ruote che creano molto attrito; inoltre, Sondors si rivolge principalmente a un pubblico americano, dove le bici elettriche vengono spesso usate senza pedalare, come fossero motorini. In queste condizioni, un’autonomia di 80 chilometri la si potrebbe raggiungere solo…andando sempre in discesa. Secondo la nostra esperienza, sarà molto difficile superare i 30 chilometri, a voler essere ottimisti. Anche la velocità della bici, dichiarata da Sondors pari a 20 miglia orarie (cioè circa 32 km/h) ci sembra alta, tendendo conto del motore da 350W e ancora una volta del forte attrito generato dagli ampi copertoni.


Infine, il prezzo di 500$ era solo un’offerta di lancio, fatta per creare interesse (cosa riuscita benissimo). In realtà già oggi il prezzo è salito a 649$, e il prezzo definitivo sarà pari a 1299$, ai quali bisognerà comunque aggiungere le spese di spedizione.

In conclusione, ci piacerebbe molto provare questa fat bike elettrica Storm Sondors; sulla carta, è sicuramente una bici molto interessante: semplice, spartana, ma con tutto l’essenziale per divertirsi su quei terreni dove le fat bike danno il meglio di sé, a un prezzo che anche quando sarà pieno (1299$) rimarrà comunque molto competitivo. Semplicemente, troviamo che l’entusiasmo iniziale vada stemperato un po’, soprattutto in considerazione del fatto che solo pochi fortunati hanno potuto aggiudicarsi la bici a 500$.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »