MENU

Kit di conversione bici elettriche – Guida all’acquisto

5 ottobre 2013 • Informazioni

Un kit di conversione serve a trasformare una bici “normale” in una bici elettrica a pedalata assistita. Comprende i quattro elementi di base di una bici elettrica, più cavi, viti e accessori vari per montarlo sulla propria bici. Comprare un kit di conversione può essere un ottimo modo per risparmiare qualche soldo, ma bisogna fare attenzione a cosa si compra

 Cosa sono i kit di conversione per bici elettriche?

I kit di conversione servono a “convertire” la propria bici normale in una bici elettrica a pedalata assistita. Se si possiede già una bici di qualità è possibile modificarla e continuare a usarla come bici elettrica. In questo modo si potrà continuare a usare la bici a cui si è abituati e affezionati, sapendo che sarà ancora più comoda. Con i kit di conversione inoltre si possono abbattere anche i costi iniziali di acquisto di una bici elettrica, e risparmiare ancora di più.Kit di conversione bici elettriche

Per chi invece non possiede già una bici, e vuole abbandonare l’auto o la moto per passare alle bici elettriche, è sicuramente meglio comprare una bici elettrica già predisposta, in modo da avere un perfetto accoppiamento fra telaio e motore.


Le aziende che vendono kit di conversione sono molto numerose. Ne esistono diversi tipi, con costi che vanno dalle poche centinaia di euro fino ai mille circa. Naturalmente a incidere sul prezzo è la qualità dei singoli componenti: motore, batteria, sistema di rilevazione della pedalata, più computer di bordo, cavi, viti e accessori vari per montare il kit sulla propria bici. Vi invitiamo a leggere le pagine appena linkate per capire bene le varie opzioni a disposizione: ciò che vi è scritto è valido anche per i kit per bici elettriche.

A cosa fare attenzione quando si sceglie un kit di conversione

Quando si sceglie un kit di conversione, è necessario assicurarsi che sia adatto alla propria bici: alcuni kit infatti necessitano di un certo spazio, ad esempio sul movimento centrale. Le aziende serie dovrebbero essere in grado di fornire indicazioni precise al riguardo, specificando le misure minime che deve avere la bici. Oltre alle misure, è necessario fare attenzione alla resistenza del telaio, della forcella, delle ruote in generale: aggiungere motore e batteria infatti aumenta il peso che questi componenti devono sostenere, soprattutto in caso di fondo stradale sconnesso.

Per i kit di conversione poi si possono fare delle considerazioni simili a quelle fatte nella guida all’acquisto delle bici elettriche in generale: cercate garanzie riguardo alla assistenza post-vendita, sia da parte del rivenditore che da parte del produttore. Se la centralina dovesse rompersi, o quando sarà il momento di sostituire la batteria (ogni 2-3 anni se tenuta con cura), un produttore serio dovrebbe fornire in poco tempo il pezzo di ricambio. Un’azienda anonima, che magari importa kit cinesi di bassa qualità, potrebbe anche chiudere dopo pochi mesi e lasciarvi senza pezzi di ricambio.

Montare un kit non è un’operazione particolarmente complicata, ma richiede una certa dimestichezza con la meccanica di una bici. Quando acquistate un kit assicuratevi che siano presenti anche delle chiare istruzioni. I kit più semplici, quelli basati su un motore montato sulla ruota anteriore, sono alla portata di chiunque abbia un po’ di manualità e pazienza. I kit che invece prevedono il montaggio del motore nel movimento centrale possono mettere più in difficoltà e richiedono generalmente una maggiore precisione. Se non si è sicuri, è meglio scegliere il kit insieme al proprio meccanico di fiducia (per essere sicuri che sia adatto alla propria bici), e farlo montare a lui.

Se il kit non si adatta perfettamente alla vostra bici, o se è montato male, è possibile che si vada a rovinare in poco tempo, diventando inutilizzabile e vanificando quindi il risparmio iniziale. Inoltre, montare un kit può rendere nulla la garanzia sulla bici originale.

Vi potrebbero interessare anche:


Non dimenticate infine di visitare la nostra pagina Facebook e di cliccare su “Mi piace” per essere sempre aggiornati sulle novità dal mondo delle bici elettriche!

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

One Response to Kit di conversione bici elettriche – Guida all’acquisto

  1. Fabio ha detto:

    Vorrei porvi questa semplice domanda, è possibile montare un kit di trasformazione in bici elettrica nella mia bicicletta che è una cannondale jekyll? E’ un modello del 2012, perciò è una 26″ ed ha un telaio un pò particolare e il movimento centrale pressfit bb30. Rimanendo a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento e/o informazione sulle caratteristiche della mia bicicletta, vi ringrazio sin da ora e rimango in attesa di una cortese risposta.

    Qui di seguito il link con le caratteristiche della mia bicicletta
    http://www.cannondale.com/nam_en/2012/bikes/mountain/overmountain/jekyll-alloy/2012-jekyll-198

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »