MENU

I sistemi per bici elettriche Bosch 2015

In vista del prossimo Eurobike di fine agosto, cominciano a circolare le prime indiscrezioni riguardo a uno dei più importanti produttori di sistemi per bici elettriche: la tedesca Bosch. Per il 2015 sono da attendere diverse novità rispetto alle bici elettriche con sistema Bosch disponibili nel 2014.

bici elettriche Bosch Nyon

Ricordiamo che Bosch non è un produttore di bici intere, bensì di sistemi elettrici completi per bici: motore, batteria, centralina, display…che fornisce ai produttori di bici i quali li montano sui propri modelli. I sistemi Bosch non sono disponibili in versione kit di conversione. Come vedremo in quest’articolo, dal 2015 i sistemi Bosch prevederanno una stretta integrazione fra i componenti nominati sopra e i sistemi di cambio.

Le bici che montano sistemi Bosch sono bici di fascia medio-alta con prezzi non irrilevanti (dai 1500€ circa di una city bike ai 5mila euro di una e-mtb full). Quando si affronta una spesa del genere, si vogliono giustamente avere delle informazioni precise su ciò che si compra. Le tre novità principali rispetto al 2014 sono:

  1. Abbandono del sistema Classic+: rimarranno solo le versioni Active Line e Performance Line
  2. Arriva finalmente il nuovo computer di bordo Nyon
  3. Integrazione di sistemi di cambio Sram, Shimano e NuVinci

Nei prossimi paragrafi approfondiamo questi punti.


1) Active Line e Performance Line

Nel 2014 erano disponibili ancora tre versioni dei sistemi Bosch, in realtà molto simili fra loro. Per il 2015 Bosch abbandona la Classic+ Line, concentrandosi solo su due versioni: la Active Line e la Performance Line. Dati i problemi di produzione avvenuti a fine 2013 (gli ordini erano stati talmente tanti che Bosch non riusciva a fornire i suoi sistemi in tempo ai produttori di bici) si è voluto forse semplificare e rendere più efficienti le linee di produzione.

Per quanto sappiamo ad oggi, le caratteristiche base dei sistemi Active Line e Performance Line non sono diverse da quelle disponibili nel 2014: potete quindi fare riferimento all’articolo sui sistemi Bosch per il 2014 per saperne di più.

2) Nyon, il nuovo computer di bordo

bici elettriche Bosch Nyon

Il computer di bordo Nyon era già stato presentato diversi mesi fa, ma non era ancora effettivamente disponibile. A partire da settembre 2014, le bici con sistemi Bosch dovrebbero montarlo. Non è chiaro se Nyon andrà a sostituire il vecchio computer di bordo Intuvia, o solo ad affiancarsi ad esso, lasciando Intuvia sulle bici di fascia più bassa.

Come dice la stessa Bosch, Nyon è allo stesso tempo un sistema per controllare la bici elettrica, un navigatore e un sistema di allenamento. Inoltre, Nyon si collega allo smartphone e permette di gestire il sottofondo musicale scelto dal ciclista.

Per controllare Nyon, si usa una pulsantiera da montare accanto alla manopola sinistra del manubrio, un sistema già visto in passato che risulta molto comodo. Le mappe sono ottimizzate per la navigazione su bici, e possono essere visualizzate sia in 2D che in 3D. E’ possibile collegare il Nyon a una fascia per il monitoraggio della frequenza cardiaca, accedendo in questo modo a tutta una serie di funzioni pensate per l’allenamento (si potrà ad esempio impostare una frequenza cardiaca alla quale si vuole pedalare, con la centralina che automaticamente si occuperà di aumentare o diminuire la potenza erogata dal motore). Grazie all’integrazione con lo smartphone, gli sms e le chiamate in arrivo sono mostrate sul display (solo a bici ferma).

bici elettriche Bosch NyonFra le caratteristiche più interessanti vi è la possibilità di personalizzare con precisione le singole curve di assistenza del motore. Sul display dello smartphone vedrete 4 curve corrispondenti ai 4 livelli di assistenza. Per ogni curva il motore offre prima un’assistenza minima, che poi sale, e infine decresce. Se vi sembra che, ad esempio, il livello di assistenza Eco sia buono ma un po’ troppo leggero in partenza, potete modificare la curva in modo da renderlo un po’ più potente in quella fase.

Il sistema di navigazione è basato sulle Open Street Maps; il gps e le informazioni sull’altimetria permettono al sistema di calcolare ancora più accuratamente l’autonomia residua. I percorsi con tutti i dati correlati possono essere salvati e rivisti al computer, oltre che condivisi in una community.

3) I nuovi sistemi di cambiata sulle bici elettriche Bosch

Per il 2015 Bosch punta fortemente sul cambio automatico. Usare il rapporto giusto (e quindi la giusta cadenza di pedalata) è particolarmente importante in una bici elettrica Bosch, in quanto permette di usare il motore nel modo più efficiente possibile (l’efficienza è massima intorno alle 60-80 pedalate al minuto). Questo si traduce in una maggiore autonomia della bici, e quindi in consumatori più contenti del proprio mezzo. I più sportivi, e i più esperti, forse preferiscono un cambio manuale sul quale avere il massimo controllo, ma per la maggioranza della popolazione crediamo che un cambio automatico, se funziona bene, possa essere molto utile. Le bici elettriche Bosch si abbineranno a tre sistemi di cambiata, prodotti dai leader del settore:

Bosch e Shimano

I sistemi Bosch potranno essere integrati con il cambio elettronico Shimano Di2. Non si tratta in realtà di un cambio automatico, bensì di un cambio ad attuazione elettronica invece che meccanica: in pratica un piccolo motorino elettrico si occupa della cambiata, e il comando al manubrio non va a tirare o rilasciare un cavo, bensì invia segnali elettrici al cambio. L’integrazione fra il Di2 e il sistema Bosch prevede che il cambio sia alimentato dalla stessa batteria della bici, senza la necessità di una batteria apposita; inoltre le informazioni provenienti dal cambio (in particolare la marcia selezionata) saranno leggibili sul display Nyon. Le nuove parti Shimano necessarie per l’abbinamento con Bosch sono:

  • L’adattatore per cavo EW-EX010
  • L’attacco per il cavo EW-JC200

bici elettriche Bosch Shimano

schema di compatibilità Bosch-Shimano, cliccare per ingrandire

I comandi Shimano Di2 saranno compatibili con le Active Line e Performance Line solo nella versione “base”, quella con assistenza fino a 25km/h; la versione S-Pedelec (un tipo di bici elettrica diffuso in Germania con limite di velocità a 45 km/h) non sarà supportata. Per quanto riguarda il cambio vero e proprio, si potranno usare i modelli ALFINE SG-S705 (11 velocità) 2 SG-S505 (8 velocità); oppure il Nexus SG-C6060 (8 velocità). Si veda l’immagine a lato (ingrandibile cliccandoci sopra) per i dettagli.

Bosch e Nuvinci

Bosch ha iniziato una partnership anche con la Fallbrook Technologies, produttrice del cambio a variazione continua NuVinci (ecco il nostro test di questo cambio). Un cambio a variazione continua non ha le diverse “marce” a cui siamo abituati sulle bici normali: un sistema meccanico permette di modificare senza soluzione di continuità il rapporto con il quale si pedala. E’ anche possibile automatizzare il tutto, in modo da mantenere sempre la cadenza di pedalata preferita. Soluzioni di questo tipo si sono già viste in passato su diverse bici. La novità del sistema H|Sync annunciato nei giorni scorsi è la perfetta integrazione con i sistemi Bosch, potendo controllare il tutto dal display del Nyon. Il sistema è basato sullo standard CAN, e sarà perciò compatibile non solo con Bosch, ma anche con altri sistemi per bici elettriche.

bici elettriche Bosch Nyon

Il nuovo cambio NuVinci H|Sync

In pratica sarà possibile dal Nyon selezionare la cadenza di pedalata preferita (fra le 30 e le 80 pedalate al minuto) e il cambio automatico si occuperà di selezionare sempre la marcia giusta, in funzione della pendenza, dell’assistenza del motore e di tutti gli altri dati che influiscono sulla cadenza di pedalata. Sarà possibile anche bypassare il sistema automatico e usare un cambio manuale sfruttando degli intervalli regolari, simulando quindi il comportamento di un normale cambio con marce.

Bosch e Sram

Infine, Bosch è giunta a un accordo anche con il grande rivale di Shimano, Sram, per integrare il cambio Dual Drive 3 Pulse con i suoi sistemi per bici elettriche. Si tratta in questo caso di una combinazione fra un cambio automatico interno al mozzo, a 3 velocità, e un normale cambio basato su un pacco pignoni che permette di scegliere fino a 10 marce diverse. Il cambio automatico interno funziona basandosi sulla velocità della bici, e si attiva alle velocità di 8 e 15 km/h.

Cercheremo di avere in test bici con questi nuovi sistemi il prima possibile, e aggiorneremo l’articolo man mano che avremo nuove informazioni.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

7 Responses to I sistemi per bici elettriche Bosch 2015

  1. giulio ha detto:

    ottimo prodotto da verificare di seguito

  2. giulio ha detto:

    aspetto altre verifiche del prodotto

  3. Roberto ha detto:

    Spero che la regolazione personalizzabile dei “settaggi” sia facilmente eseguibile. Ho potuto provare dei modelli di e-MTB (per es Flyer) che montano motori Bosch ma le cui prestazioni, in particolare nei tratti ripidi, sembrano decisamente migliori.

  4. Giancarlo ha detto:

    ho acquistato una all mountain con Nyon ma devo dire che uno strumento così incompleto rispetto a quello vecchio non lo potevano fare, chi ha fatto il software non ha mai visto una bicicletta! !!!!

    • Paolo Volpato ha detto:

      Salve Giancarlo, grazie per il suo contributo.
      In che senso il Nyon è “incompleto”? può approfondire?
      Che bici ha comprato in particolare? Grazie

  5. Giancarlo ha detto:

    Ho già avuto esperienza con la MTB full haibike con Bosch intuvia nel 2014 con modifica sui rapporti , quest’anno haibike all Mountain con Bosch Nyon gran bici ma il Nyon veramente una vergogna ha il navigatore con mappe stradali, io faccio percorsi di 80km e me li divide in 4/5 parti non puoi caricare le mappe il discorso personalizzazione coppia non serve a niente peggiori e basta. … consuma solo più energia

  6. Giancarlo ha detto:

    Salve a tutti…..finalmente la bosch ha sistemato il Nyon ….grande, una cosa stupenda, non ci speravo piu’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *