MENU

Bici elettriche con motore Impulse Evo 2015

sistema per bici elettriche Impulse Evo 2015

Impulse è il nome dato ai motori per bici elettriche usati da alcuni marchi appartenenti al gruppo Derby Cycle, i più famosi fra i quali sono Kalkhoff e Focus. Si tratta di un motore meno conosciuto in Italia rispetto a quelli proposti da Bosch o Yamaha, ma che ha ben poco da invidiare ai più famosi concorrenti. Abbiamo avuto modo di testare approfonditamente il motore Impulse nella sua declinazione 2.0 in una mtb elettrica di fascia alta, e ci ha lasciato delle ottime impressioni, pur con qualche dubbio relativo ad alcuni aspetti particolari come lo stacco dell’assistenza in fase di cambiata.

Il sistema Impulse si differenzia dagli altri proprio per essere stato sviluppato internamente da un’azienda produttrice di bici elettriche, che ha scelto questa strada rispetto a quella più consueta dell’accordo commerciale con produttori di componenti elettrici (ricordiamo infatti che Bosch, Yamaha, Bafang e altri non producono bici elettriche complete, ma solo i componenti elettrici che vengono poi forniti a produttori di bici).

Il motore Impulse è un motore centrale, che agisce direttamente sulla trasmissione. La potenza erogata è regolata in base a un sensore di coppia e di cadenza, cosa che determina una sensazione di guida molto naturale. Ottima la scelta di mettere a disposizione delle batterie ad ampia capacità, necessarie soprattutto nell’uso di mountain bike elettriche.

Per la stagione 2015 è stata sviluppata una versione aggiornata del sistema Impulse, chiamato Impulse Evo. La nuova versione si basa sull’Impulse 2.0 da noi testato, migliorandolo sotto diversi aspetti. Innanzitutto il motore è di circa il 20% più silenzioso, grazie all’utilizzo di nuovi materiali; inoltre la coppia massima è portata a ben 80Nm, andando a superare di molto i motori prodotti da Yamaha (70Nm) e Bosch (60Nm); un valore di coppia più elevato permette di erogare una maggiore potenza anche a bassi regimi di rotazione, aiutando molto in fase di partenza e sulle salite ripide: è perciò importante soprattutto nelle mountain bike elettriche, mentre risulta non fondamentale per un normale uso urbano o extraurbano.

motore Impulse Evo

Il nostro amico Reiner Kolberg di e-bikeinfo.de, che l’ha provato in prima persona, conferma la silenziosità del motore anche se messo sotto sforzo. E’ stata modificata anche l’erogazione della potenza in base al sensore di cadenza, anche se non abbiamo dettagli più precisi al riguardo. Come per Impulse 2.0, esistono varie versioni di Impulse Evo, destinate a un uso urbano, a un uso sportivo, o ad essere montate su le S-Pedelec (una categoria di bici elettriche diffusa in Germania Olanda e Svizzera, con velocità massima di 45 km/h).


Impulse risponde alla mossa di Bosch, che ha scelto di offrire un sistema di navigazione avanzata grazie al suo nuovo sistema di comando Nyon. Anche Impulse infatti integra ora un sistema di navigazione, seppure basato su un funzionamento diverso. Mentre il Nyon infatti è dotato di schermo a colori e sensore gps, il sistema di navigazione dell’Impulse Evo è dipendente da uno smartphone connesso tramite Bluetooth. Il display di Impulse Evo rimane monocromatico, e offre indicazioni sulla direzione da prendere e sulla distanza dal prossimo punto di svolta. Sullo smartphone è necessario usare la app di navigazione Naviki. La batteria della bici elettrica permette la ricarica dello smartphone, cosa fondamentale in quanto come sappiamo bene quando si usa il gps i telefoni si scaricano velocemente.

display Impulse Evo 2015

Non meno importanti alcuni cambiamenti estetici, relativi soprattutto all’integrazione della batteria nel telaio. Pur mantenendo l’ottima capacità di 612Wh (contro i 400Wh del sistema Bosch), la batteria è ora integrata completamente nel tubo obliquo del telaio; il vantaggio estetico è immediatamente percepibile, soprattutto facendo il confronto con la mtb elettrica da noi testata l’anno scorso.

nuova ebike Kalkhoff integrale

nuovo Impulse Evo: batteria integrata nel telaio

Focus

“vecchio” Impulse 2.0: batteria ben visibile

Per il momento il sistema per bici elettriche Impulse Evo è disponibile solo su alcune ebike Kalkhoff, precisamente i modelli Integrale e Include. Entrambe sono bici pensate per un uso prevalentemente urbano. La Integrale è il top di gamma, con un aspetto più sportivo grazie alla batteria integrata nel tubo obliquo del telaio; la trasmissione a cinghia permette una maggiore pulizia e necessita di minore manutenzione. Il modello Include è rivolto a un pubblico femminile anche grazie alla forma del telaio; la batteria in questo caso è integrata nel tubo verticale, sotto il tubo reggisella.

Abbiamo già contattato Kalkhoff, che ci fornirà una di queste bici in test non appena saranno effettivamente disponibili anche da noi in Italia. Gli altri marchi facenti parte del gruppo Derby Cycle per il momento continueranno a usare il sistema Impulse 2.0, e avranno a disposizione l’Impulse Evo solo a partire dal 2016. Per maggiori dettagli sull’Impulse Evo si può consultare questa pagina, in tedesco.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

One Response to Bici elettriche con motore Impulse Evo 2015

  1. Alessandro ha detto:

    Articolo interessante, avete mai sentito parlare delle EVO by BH?
    Direi che tecnologicamente hanno ancor meno da invidiare a quelle menzionate, se volete approfondire ecco il link:
    http://www.bhbikes.com/web/it/ebikes/evo.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *