MENU

Motori per ebike Brose 2018: i nuovi Drive T e Drive S

11 luglio 2017 • MTB elettriche

motore brose Drive S

Pochi giorni fa Brose ha presentato alla stampa tre versioni rinnovate del suo motore per bici elettriche, chiamate Drive T, Drive S, e Drive TF. Si tratta di una evoluzione del motore presente sul mercato ormai da diversi anni. Una migliore erogazione della coppia e una migliore dissipazione del calore sono stati gli obiettivi degli ingegneri della casa tedesca.

I nuovi motori sono del tutto compatibili con il motore di prima generazione. Chi ha una bicicletta con motore Brose può passare ai motori di nuova generazione senza problemi.


Le novità del motore Brose Drive T e Drive S

La novità principale è riassunta in questo grafico.

grafico motore Brose Drive S

Sull’asse verticale abbiamo la coppia, e sull’asse orizzontale la cadenza di pedalata. Come potete vedere il nuovo motore (in rosso) raggiunge la massima coppia a cadenze di pedalata più basse, e il decremento della coppia è più lento.

Il motore è ora declinato in tre varianti: la Drive T è destinata alle bici da città o da trekking; mentre la Drive S è ottimizzata per l’uso su mountain bike elettriche. La Drive TF è la versione per speed-ebike in grado di arrivare ai 45 km/h.

La sostituzione del vecchio motore con il nuovo è operazione relativamente veloce e facile; basta annotarsi i collegamenti dei vari cavi per poter rimontare il tutto senza problemi.

Cosa cambia dal punto di vista tecnico fra il motore vecchio e il nuovo? In tutto 16 componenti interni sono stati rinnovati e migliorati. Un esempio fatto da Brose è la sostituzione di una vite: nella versione vecchia la vite era composta di un materiale leggermente magnetico; nella versione nuova il materiale non ha alcuna carica magnetica.

Altro aspetto enfatizzato da Brose è la migliore gestione del calore, grazie a materiali che aiutano a dissiparlo più velocemente.

Evoluzione, non rivoluzione

È chiaro quindi che si tratta solamente di un piccolo affinamento dei processi di produzione per il motore Brose. Un passo utile, ma ciò che gli appassionati vorrebbero è qualcosa di diverso: minore peso e minore volume principalmente. Oppure una gestione più intelligente dell’assistenza, come ha scelto di fare Bosch con la modalità e-mtb.

Interessante il fatto che Brose ha deciso di dividere in due la sua linea prodotti. Qualche mese fa Brose aveva affermato che, al di là dell’attuale boom delle mtb elettriche, il vero prodotto su cui puntare nel lungo periodo sarebbero state le bici elettriche da città. L’introduzione di una linea specifica, la Drive T, sembra essere un primo piccolo passo in questa direzione.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »