MENU

Piaggio Wi-Bike: caratteristiche, versioni, prezzo

16 Novembre 2015 • Approfondimenti tecnici

Sono finalmente emersi nuovi dettagli sulla bici a pedalata assistita del gruppo Piaggio: Wi-Bike. La bici sarà presentata nei prossimi giorni a Milano nel corso dell’EICMA, il salone dedicato alle due ruote a motore. Già l’anno scorso era stato presentato un prototipo della ebike Piaggio (vedi il link per alcune nostre considerazioni su ciò che una bici elettrica Piaggio può significare per il mercato delle bici elettriche in generale). Ora che c’è un nome ufficiale, il lancio effettivo sul mercato dovrebbe essere vicino: andiamo quindi a conoscere più da vicino la Piaggio Wi-Bike, scoprendone le caratteristiche tecniche, le versioni e il prezzo.

piaggio wi-bikeAggiorneremo questo articolo man mano che emergeranno nuovi dettagli sulla bici.

Una bici connessa e all’avanguardia

Il progetto Wi-Bike ha visto lo sviluppo da parte di Piaggio di un sistema integrato costituito da motore, batteria, centralina, e una app per smartphone; la bici inoltre è dotata di sensore GPS, modulo GSM e connessione Bluetooth. Questo ha permesso a Piaggio di sviluppare una piattaforma tecnologica decisamente avanzata e molto interessante.


  • La bici ad esempio può essere connessa a uno smartphone, da cui gestirne tutte le funzioni. È possibile registrare la traccia GPS del percorso, insieme a varie altre statistiche.
  • Il GPS e la scheda SIM permettono di sapere sempre dove si trova la bici, facendo quindi da antifurto; inoltre basta rimuovere il display per disattivare motore e batteria.
  • La bici ha anche interessanti funzionalità relative al fitness. Connettendola a un cardiofrequenzimetro, è possibile ad esempio stabilire una soglia massima di battito cardiaco da non superare, con il motore che erogherà una maggiore o minore potenza a seconda del battito rilevato. Oppure si possono impostare le calorie da bruciare per una data sessione.
  • Il motore ha tre modalità di erogazione della potenza: City, Hill e Standard. Non ci sono dettagli precisi al riguardo, ma la centralina è intelligente e in grado di variare istantaneamente il livello di assistenza, a seconda delle necessità.
  • Tutti i dati relativi ai propri percorsi possono infine essere condivisi all’interno di un social Wi-Bike, oltre che sui più tradizionali Facebook e Twitter

Funzionalità del genere sono già presenti in altre bici elettriche: la differenza è che Piaggio produce tutti i vari componenti, e può quindi garantire un’esperienza d’uso più coerente, facile e funzionale.

Ricordiamo infine che dettaglio motore Piaggio Wi-Bikela Piaggio Wi-Bike è “interamente progettata e costruita da Piaggio in Italia”. Piaggio ha quindi scelto non solo di progettare un proprio motore per entrare nel mondo delle bici elettriche, ma anche di realizzarlo in Italia, una scelta coraggiosa. Ricordiamo ad esempio che Bosch produce i propri motori in Ungheria, mentre un altro grande protagonista del settore, Bafang, produce in Cina. Con questa scelta, è probabile che i costi per Piaggio siano più alti, ma il gruppo di Pontedera sarà in grado di puntare sulla italianità del prodotto per attirare i consumatori.

Le caratteristiche tecniche della Piaggio Wi-Bike

Componenti elettrici

  • Motore: si tratta di un motore centrale (posizionato cioè fra i pedali), da 250 o 350W, progettato interamente da Piaggio. Pro e contro dei motori centrali a questo link.
  • Batteria: la batteria è posizionata fra il tubo verticale del telaio e la ruota posteriore. Ha una capacità di 400Wh, più che sufficiente per un uso urbano e anche per gite extraurbane di diverse decine di chilometri. Bisognerà poi vederne l’effettiva autonomia all’atto pratico. Approfondimento sulle batterie per bici elettriche.
  • Sensore di pedalata: si tratta di un sensore in grado di rilevare non solo la rotazione dei pedali, ma anche “con quanta forza” il ciclista pedala. Questo aspetto ha una grande influenza sul comportamento della bici, che dovrebbe quindi risultare molto naturale.
  • Controlli: a giudicare dalle prime foto disponibili, la Piaggio Wi-bike dovrebbe avere un semplice schermo a cristalli liquidi al centro del manubrio, delegando gran parte delle funzionalità allo schermo dello smartphone abbinato.

Componenti meccanici

Piaggio ha fatto una scelta molto interessante riguardo ai componenti meccanici di questa Piaggio Wi-Bike, soprattutto per quanto riguarda la trasmissione. Si tratta infatti di una trasmissione basata su una chinghia (non la tradizionale catena) e su un cambio automatico a variazione continua NuVinci. Abbiamo in test proprio in questi giorni una bici dotata dello stesso tipo di trasmissione, in generale molto rara finora, e crediamo che sia indubbiamente la scelta migliore per una bici elettrica destinata a girare soprattutto in città. Pubblicheremo nei prossimi giorni un approfondimento su questo tipo di trasmissione (aggiornamento: ecco il link al test del NuVinci N380). In generale poi i componenti meccanici dovrebbero essere di ottima qualità.

Una precisazione: non tutte le versioni sono dotate di trasmissione a cinghia e cambio NuVinci: alcune hanno anche la tradizionale catena con pacco pignoni e deragliatore.

Le varie versioni della Piaggio Wi-Bike

Anche qui, non possiamo dire molto a questo punto, dovremo aspettare di vedere quali versioni saranno effettivamente disponibili (aggiorneremo l’articolo man mano che avremo nuove informazioni). Tuttavia, già la foto diffusa nei giorni scorsi da Piaggio ci permette di notare alcune cose. Ecco un confronto fra le foto fatte circolare l’anno scorso e quella di pochi giorni fa:

Bici elettrica Piaggio

La foto disponibile già dall’anno scorso

piaggio wi-bike

La “nuova” foto della Piaggio Wi-Bike. Entrambe le foto sono tratte dal sito Piaggio

Come potete vedere, l’impianto generale della bici è quello: il telaio è lo stesso, c’è una trasmissione a cinghia con il cambio Nuvinci… Sono diverse però le forcelle (ammortizzata nella prima foto, rigida nella seconda) e i manubri, oltre che qualche altro piccolo dettaglio.

Piaggio Wi-Bike: il prezzo

Non sono ancora disponibili dettagli riguardo al prezzo delle varie versioni della Piaggio Wi-Bike. Diamo qui una nostra stima, pronti ad essere smentiti. Data la qualità dei componenti meccanici ed elettrici, non crediamo che la versione meno costosa possa avere un prezzo inferiore ai 2000€, forse anche 2500€.

Produrre una bici elettrica di così alta qualità è stata sicuramente una scelta non facile per Piaggio, dato che il prezzo medio di una bici elettrica da noi è molto più basso che in Europa. D’altra parte, un’azienda come Piaggio può e deve essere leader nel settore: speriamo che questa Wi-Bike riesca a spianare la strada per la diffusione anche in Italia di bici elettriche per uso (prevalentemente) urbano di alta qualità, come se ne vedono in Germania o Austria.

Accessori per la Piaggio Wi-Bike

 

Per approfondire, leggete il nostro precedente articolo sulla ebike Piaggio, con varie considerazioni su ciò che l’entrata in campo di Piaggio può significare per il settore delle bici elettriche.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

2 Responses to Piaggio Wi-Bike: caratteristiche, versioni, prezzo

  1. Fa ha detto:

    C’è qualche aggiornamento? Mi piacerebbe conoscere il parere di chi l’ha provata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »