MENU

Il motore Shimano STEPS MTB E8000 visto da vicino

1 giugno 2017 • Approfondimenti tecnici

La rivista tedesca emtb-news.de ha avuto modo di smontare quasi completamente un motore Shimano STEPS MTB E8000, utilizzato da un numero crescente di mtb elettriche. È stato così possibile fotografare gli ingranaggi interni del motore, insieme alle schede della centralina, una serie di fotografie molto interessanti che potete consultare sul loro sito (in tedesco). Qui presentiamo le più significative. Se siete giustamente curiosi e volete vedere com’è fatto il motore all’interno, osservate queste foto e NON smontate il vostro motore: rischiate di invalidare la garanzia.

motore shimano steps mtb

Il collegamento fra motore e guarnitura è basato sullo standard Hollowtech II, quello più utilizzato dalle mtb. Arrivare quindi al perno del movimento centrale è semplice. Come si nota dalla seguente foto, il perno è cavo, per risparmiare peso.

perno motore shimano steps

Ecco come si presenta la drive unit appena aperta. Come vedete la scheda di controllo, per risparmiare spazio, ha una forma particolare che si adatta perfettamente agli ingranaggi meccanici.

interno motore shimano steps e8000 mtb

Il motore vero e proprio (che rimane nascosto dietro la scheda verde) fa girare l’ingranaggio più piccolo, sulla sinistra. La velocità di rotazione viene poi ridotta tramite le varie ruote dentate presenti, fino a renderla compatibile con un range ottimale di cadenza di pedalata; questo permette al motore di girare più rapidamente, lavorando in maniera più efficiente.

dettaglio interno motore shimano steps


Tutti gli ingranaggi sono in metallo.

Shimano, pur essendo arrivata un po’ in ritardo nel settore mtb elettriche rispetto a Bosch, Brose o Yamaha, ha recuperato pienamente il tempo perduto, presentando un’unità motrice ben progettata, che risulta più compatta rispetto al principale concorrente. Molto importante il fatto che il fattore Q è del tutto simile a quello delle mtb tradizionali.

Ma tutto il sistema Shimano STEPS E8000 per e-mtb è ben ottimizzato, come ad esempio il display ad alta definizione e non ingombrante…

schermo Shimano STEPS

…o la piena integrazione con il sistema Di2. Anche la batteria, rispetto ad esempio alle batterie Bosch, permette un’ottima integrazione nel telaio, come si è visto ad esempio nelle ultime mtb elettriche presentate da Mondraker.

mtb elettrica Mondraker

Mondraker e-Crusher Carbon

Insomma, l’evoluzione del settore continua a pieno ritmo, a tutto beneficio dei ciclisti. Vi terremo aggiornati.

Ti potrebbe interessare anche:

il nostro manuale sulle bici elettriche (in formato cartaceo o ebook).

il nostro corso sulle bici elettriche

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »